Alla Scoperta della Scozia

Alla Scoperta della Scozia. Molte persone conoscono la Scozia come la terra dai grandi spazi, fatta di prati lussureggianti, fiordi e montagne, mostri leggendari che si nascondono nei laghi e locali in cui consumare un drink in compagnia.

La maggior parte dei viaggiatori sceglie la Scozia come meta del proprio viaggio, per visitare il fantastico ambiente naturale scozzese, che si caratterizza da paesaggi mozzafiato e rare specie di animali.

La Scozia oltre a essere considerata la regione più montagnosa del Regno Unito, non si caratterizza solo per le montagne alte e massicce. Questo meraviglioso posto, infatti, si suddivide in tre aree naturali, e ognuna di queste vanta di determinate caratteristiche.

Il vostro itinerario di viaggio in Scozia, può iniziare dal Loch Fyne, che nasce per l’allevamento di salmoni in acqua purissima, per creare prodotti unici, che si caratterizzano principalmente per la straordinaria alta qualità. Da moltissimi anni Loch Fyne produce salmone dell’Atlantico sfilettato accuratamente e pulito con l’acqua delle Highland, e soprattutto viene affumicato con legno di vecchie botti di whisky, che gli conferiscono un sapore veramente unico.

Tra una degustazione e l’altra, si può raggiungere il lago più grande della Gran Bretagna: il Loch Lomond, considerato tale proprio per i suoi 38 chilometri di lunghezza e 8 di larghezza. Il lago Loch Lomond, è considerato il cuore pulsante della zona dei Trossachs, ovvero la parte più a sud delle Highlands, che si caratterizza per una natura molto fitta e rigogliosa.

Oltre ciò, il lago Loch Lomond, è il posto ideale per le gite in barca, anche quando il tempo non permette. Si parte da Luss, uno straordinario e pittoresco villaggio che si caratterizza per le casette di arenaria e per le piccole spiagge sulle quali è possibile trascorrere un piacevole pomeriggio.
Nel lago di Loch Lomond affiorano ben 37 isolette che possono essere raggiunte tutte in barca.

Un’isola non molto grande, ma che si caratterizza per un’affascinante quiete, è l’Isola della Donna Incappucciata. Si tratta di un’isoletta davvero incantevole, che vanta di paesaggi ancora selvaggi, che possono essere ammirati da ben oltre 80 metri di altezza.

Ai confini con le Highlands, si raggiunge la parte nord occidentale degli altipiani, dove si trova una piccola cittadina, che permette di fare una breve sosta durante il tour di viaggio. Sembra di trovarsi di fronte a una fotografia molto antica. Qui tutto mostra come era organizzata la Scozia rurale nell’età del medioevo, fino al XVIII secolo.

La Scozia non è solo natura selvaggia e incontaminata, ma vanta anche di un rinomato hotel, che si trova nella cittadina di Creggans, in cui sono state ospitate molte celebrità.

Il viaggio continua nella Contea di Argyll per visitare il Castello di Inveraray, una maestosa tenuta nella parte occidentale della Scozia, sulla riva del Loch Fyne, che si caratterizza per lo stile neogotico della metà del XVIII secolo. Questo imponente castello è situato all’interno della tenuta di sessantamila ettari, ed è la residenza del duca di Argyll, sin dal XVII secolo.

Ritornando verso il lago Loch Lomond, possiamo raggiungere la Terra dei Gaeli, una fitta area boschiva, dove le pianure lasciano il posto alle montagne. Ma i veri protagonisti di questa zona, continuano a essere i fiordi e i laghi. Si tratta di una delle zone meno abitate del mondo, ci sono soltanto due abitanti per chilometro quadrato. In questo incantevole posto, ci troviamo esattamente nel punto in cui gli altipiani e pianure s’incontrano. Nei pressi del lago si trova il Parco Nazionale Trossach, incantevole fonte d’ispirazione di moltissimi scrittori vissuti in epoche diverse.

Durante il viaggio, ci si può fermare nella città di Fort Williams, considerata un vero gioiello sulle rive del Loch Linnhe. In questa città possiamo visitare il West Highlands Museum, e scoprire il ricco centro di negozietti che si trovano lungo la via principale.

Grazie a un traghetto, in breve tempo è possibile raggiungere le varie isole, come l’Isola di Skye, che può essere raggiunta dalla costa occidentale tramite un ponte. Questa meravigliosa isola è rinomata per i suoi pittoreschi villaggi di pescatori e per i panoramici paesaggi, e considerata anche la seconda isola più grande della Scozia.

Tra le isole da visitare in Scozia, ci sono anche le Isole Orcadi, che si trovano a 15 km dalla costa nord-occidentale della Scozia. L’arcipelago delle Orcadi si caratterizza da un centinaio di isole, di queste solo una ventina sono popolate. In questa fantastica isola, inoltre, possono essere ammirati importanti reperti archeologici.
Le isole più affascinanti sono le Ebridi, che si trovano di fronte alla costa occidentale della Scozia, che ospitano tesori e ricca vegetazione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *